spacer.png, 0 kB
Annuncio Pubblicitario
Home arrow Blog arrow La chiesa parrocchiale di S.Giovanni Battista
La chiesa parrocchiale di S.Giovanni Battista PDF Stampa E-mail

chiesa_e_campanile_smallLa parrocchiale di San Giovanni Battista è situata nella piazza principale del paese, intitolata all'omonimo santo ma chiamata da tutti gli abitanti "Piazza Nuova".Chiesa in stile barocco, fiancheggiata da due loggiati, dalla semplice facciata.La prima pietra venne posata nel 1855 e il campanile fu terminato nel 1861. Venne costruita in sostituzione della chiesa che sorgeva in piazza vecchia, ormai inagibile a causa di un alluvione. 

 

 

IL POLITTICO:

All’interno della chiesa dietro l’altare principale è esposto il Polittico raffigurante San Giovanni Battista al centro, San Giovanni Evangelista e Sant’Antonio Abate ai lati, e nella parte superiore la Madonna col bambino con a sinistra Santa Caterina d’Alessandria e a destra Santa Lucia.

polittico_cinquecento_smallRistrutturato nel 1998 grazie all’intervento del Comune di Soldano, del Ministrero dei Beni Culturali e Ambientali e della Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici della Liguria. L’opera risalente ai primi anni del 500 ha visto un avvicendarsi di studi ed ipotesi riguardo al suo autore.

Nel 1914 Giuseppe Brès attribuì con cautela il dipinto al pittore finalese, Andrea Della Cella, contrapponendo la sua ipotesi alla tradizionale attribuzione dell’opera al pittore Francesco Brea.
L’ipotesi di paternità del Brea fu ripresa dal Castelnovi nel 1946 il quale riconobbe nell’opera anche somiglianze con il filone della pittura nizzarda.
Nel 1955 Christiane Lorgues-Lapogue affermò con decisione che il polittico fosse del Della Cella, grazie alle molte somiglianze con altri dipinti dislocati nelle comunità dell’alto Nizzardo.

Attualmente l’attribuzione della paternità di quest’opera si basa su elementi indiziari a causa della mancanza di documentazione relativa al Polittico.
Dallo studio compiuto da Massimo Bartoletti nel 1998 si è accertato che il dipinto sicuramente non può essere attribuito al Della Cella.

Nonostante le molte somiglianze nelle immagini del Battista e di San Giovanni Evangelista con lo stile del Brea, quest’ultimo studio avvalora l’ipotesi che il Polittico di Soldano possa essere stato dipinto nei primi anni del 500 dai fratelli GIACOMO E BARTOLOME DE ROGERIIS, di origine piemontese, ma operanti a Ventimiglia.

Gli elementi che portano a questa ipotesi sono l’appartenenza di Soldano alla diocesi di Ventimiglia, come Breil sur Roya e Briga, nelle cui parrocchiali troviamo opere con affinità stilistiche e la probabile contemporaneità dei dipinti di queste località con le ancone create a Ventimiglia dai De Rogeriis tra il 1506 e il 1508.

 all'interno della chiesa da ricordare anche il dipinto raffigurante la SACRA FAMIGLIA realizzato a Roma nel 1667 del pittore fiorentino Giovanni Battista Galestruzzi e l'organo che venne costruito intorno alla metà del XIX secolo dalla ditta di Lorenzo Paoli e figli di Campi Bisenzio (FI).

 

 

 
spacer.png, 0 kB